Softare escrow vs open source


Ultimamente si sente parlare spesso del softare escrow: il deposito dei sorgenti presso un notaio come garanzia per l’acquirente.

Per capire bene in cosa consiste questa procedura è necessario avere chiara la differenza (informatica) tra sorgente ed eseguibile.

L’eseguibile è il prodotto finito. Riuscire a capire cosa fa un software (ma soprattutto COME lo fa) dagli eseguibili è (quasi) impossibile. Un sorgente è qualcosa di “facilmente” legibile per una persona; dal sorgente si produce l’eseguibile.

Voglio banalizzare facendo un esempio che sia chiaro anche a chi non mastica software a colazione. Il sorgente è lo stampo, l’eseguibile è la torta a forma di ciambella. Il sorgente è il progetto, l’eseguibile è la casa costruita.

Non è impossibile capire cosa fa un eseguibile, ma senza il sorgente è molto difficile percepire i dettagli di come viene fatto.

Perchè le software house sono restie a rilasciare i sorgenti al di fuori della propria azienda? Perchè se un’azienda concorrente dovesse venire in possesso di questi sorgenti potrebbe facilmente replicare le funzionalità del sofwtare. Spendendo pochi soldi (e tempo) il concorrente si approprierebbe del know-how e dell’esperienza della concorrenza, arricchendo la propria offerta.

Dall’altra parte i clienti grandi che comperano software di nicchia del valore di svariate centinaia di migliaia di euro, hanno bisogno di tutelarsi da eventuali problemi.

E se il produttore fallisse? E se i rapporti con il produttore si deteriorassero? Come può il cliente tutelare la (gorssa) spesa sostenuta?

Se commissiono ad un architetto il progetto per la realizzazione della mia nuova casa, il progetto alla fine resta in mano mia. In caso l’architetto morisse, potrei assumerne un’altro per seguire eventuali evoluzioni.

Per ovviare a questo problema nel software, qualcuno si è inventato la procedura del software escrow, se volete conoscere i dettagli potete leggere questo documento.

Ora : che differenza c’è tra l’informatica e l’edilizia? Le differenze sono mooooltissime, ma quella più importante, in questo caso, è la velocità con cui evolve la materia. Nell’informatica 5 anni sono un tempo incredibilmente lungo! Il software evolve in modo molto veloce. Più il software è grande e di nicchia, più evolve velocemente ed è difficilmente controllabile. Questi tipi di software, inoltre, sono MALE documentati, i cambiamenti NON sono tracciati e l’analisi NON corrisponde al prodotto installato.

Cosa ne penso? Chi ha avuto l’idea di vendere questo servizio ai propri clienti è un GENIO!!! Certo, perchè chi credete che paghi i costi del notaio, delle procedure di deposito, etc.? Ovviamente è il cliente che paga. Per cosa paga il cliente? Per una chimera! Per la sensazione di avere, in caso di problemi, una scappatoia. Ma se i problemi ci fossero realmente?

Secondo me il cliente, dopo un po’ di conti e di analisi (richiesta ad un’altra software house), si lascerà convincere a sostituire il software obsoleto con un migliore e più nuovo.

Quindi avrà pagato per il servizio di escrow, per i conti e l’analisi e, infine, per il nuovo software. Che fregatura!!!

L’open source è un’alternativa all’escrow? Certo che si, i sorgenti sono pubblici e chiunque può gestirlo e contribuire all’evoluzione. Il sw non è proprietario di un società ma della comunità.

Unica falla nel mio ragionamento? Se siete una grande società che necessita di un software di nicchia molto probabilmente non ne troverete uno open source che faccia al caso vostro.

Ovviamente il software di gestione documentale e conservazione sostitutiva non è un qualcosa di nicchia e ne esistono di open source. Se proprio dovete COMPERARE una soluzione, almeno rifiutatevi di pagare per questo servizio!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: