Alfresco : Community vs Enterprise


Sulla scia dell’articolo della scorsa settimana vorrei fare chiarezza tra le due diverse versioni di Alfresco.

Alfresco, come sinekarta, è rilasciato con licenza GPL. Questo significa che Alfresco non è un software che possa essere venduto.

Ma sono giunto alle conclusioni troppo in fretta, partiamo dall’inizio.

C’è qualcuno che continua diffondere la voce che la versione Enterprise di Alfresco sia un prodotto diverso rispetto alla versione Community. Visti i ragionamenti dello scorso articolo e vista la licenza di Alfresco (come ho detto è la GPL), ho voluto verificare questa affermazione.

Prima importante nozione : la differenza tra Enterprise e Community non è nella versione ma nell’edizione.

La versione di Alfresco è il “numerino” che viene indicato in un particolare rilascio di software, serve per identificare quale release di software si sta utilizzando. Alfresco (come tanti altri produttori di software e non solo) introduce il concetto di edizione.

Di alfresco esistono due diverse edizioni, quella community e quella enterprise.

L’edizione community è minimalista, all’utente non viene fornito nulla più di quello che si trova in rete, senza garanzie, supporto, manutenzione…

L’edizione enterprise, invece, viene venduta perchè si porta dietro un sacco di servizi (se ti interessa sapere quali leggi qui). Di fatto l’edizione enterprise NON è un software diverso, è un abbonamento ad un pacchetto di servizi forniti da Alfresco e legati al prodotto open source.

Esattamente come per i quotidiani : ne esiste una versione a pagamento (si compera in edicola) e ne esiste una versione gratuita (si consulta un sito web).

La differenza tra le due? La fa il cliente! Il cliente affezionato alla carta spende 1 euro per avere la soddisfazione di sfogliare; il cliente interessato alla notizia
apre il browser e si cerca ciò che gli interessa.

Da diverse esigenze derivano diversi modelli di business.

Riportiamo il ragionamento su Alfresco :

l’utente che ha in mente solo il risparmio economico sceglierà la versione Community e si legherà ad un fornitore qualsiasi, magari il più economico;

l’utente che ha in mente la qualità del servizio e la garanzia di un risultato, sceglierà il pacchetto di servizi migliore : quello di Alfresco.

In mezzo a questi due estremi, ovviamente, esistono tutte le sfumature che siete in grado di immaginare.

Per chiudere l’articolo : se ne capite un po’ di come si gestiscono i progetti software e volete capire meglio la modalità di gestione del codice di Alfresco potete leggervi questa pagina del sito ufficiale.

Un’ultima cosa… Per giungere a queste conclusioni io che sono pigro (e faccio Tommaso di secondo nome) ho percorso la strada inversa. Mi sono scaricato dal sito di Alfresco la trial dell’edizione Enterprise (3.3.3) di Alfresco e l’ho confrontata (file per file) con quella Community (3.3g). La differenza, in termini di files rilasciati, è veramente minima! Probabilmente impercettibile per l’utente finale.

Annunci

5 Responses to Alfresco : Community vs Enterprise

  1. Gianluca says:

    .. sicuramente è come dici tu .. avendo assistito ad un webinar di Alfresco, posso dirti che ciò che affermi è l’esatto opposto di quello che affermano quelli di Alfresco e cioè che le versioni sono differenti.
    Non sta certo a me dire chi ha ragione, ma questa è l’affermazione della ditta produttrice …. potresti forse chiedere direttamente a loro.

  2. grazie Gianluca per l’intervento.
    In effetti nel mio post c’era un errore che ho prontamente corretto.
    La pagina che descrive il ciclo di vita del codice di Alfresco (in italiano) è questa http://www.alfresco.com/it/services/subscription/quality-assurance/

  3. Maurizio Turatti says:

    CE ed EE sono sviluppata in parallelo ed in alcuni momenti sono molto vicine, in altri sono più lontane. Ad esempio, la versione CE 3.4.c è leggermente più recente della EE 3.4.0, quindi alcune cose nuove saranno nella CE ma non ancora nella EE. In genere vale un concetto di prudenza: si tende a mettere nella EE solo (si spera) funzionalità testate a dovere dal team di QA.

    Le patch più importanti sono fissate e rilasciate prima sulla EE che sulla CE, per ovvie ragioni. Inoltre la EE dispone di servizi configurabili a caldo e monitorabili via JMX. Senza contare il supporto agli stack Enterprise (Oracle , SQLserver, Weblogic, etc.) che sono messi a disposizione solo sulla EE.

    La CE è testata internamente su uno stack open-source “puro” mentre la EE su molti altri: http://www.alfresco.com/services/subscription/supported-platforms/3-x/

    Va sottolineato che Alfresco non vende una licenza d’uso (non avrebbe senso per un prodotto comunque open) ma un insieme di servizi di supporto in abbonamento annuale. Il modello è simile a quello di moltissime altre aziende open-source che offrono supporto a pagamento:
    http://www.alfresco.com/it/services/subscription/

    Domanda finale: come hai fatto a confrontare file a file Community ed Enterprise, visto che la prima è fornita di codice sorgente mentre per la seconda il codice è scaricabile solo dai clienti Alfresco? Hai fatto un confronto bit a bit di tutti i .class Java ?

  4. Grazie Maurizio per le precisazioni, il giudizio di un referente di Alfresco è sicuramente uno spunto prezioso.
    Come ho già detto in un precedente articolo (http://localhost/2010/08/11/alfresco-ecco-cosa-ne-penso/) sono un sostenitore di Alfresco, penso sia un ottimo strumento (altrimenti non ci avrei basato sinekarta).
    La risposta alla tua domanda è si : ho fatto un confronto bit per bit!!!
    Non non sono matto, il confronto non l’ho fatto io, ci sono fior di software che lo fanno.
    Lavoro in java (J2EE) da diversi anni, non è stato così difficile.

  5. Maurizio says:

    Ciao Andrea,

    Non dubito che si possa fare, solo io sarei troppo pigro per farlo… Se ti interessa sto cercando di dare vigore alla comunità di blogger italiani che parlano di Alfresco ed ECM in genere, se vuoi puoi usare il nostro sito Facebook per pubblicizzare i tuoi articoli oppure segnalarmi direttamente materiale interessante da referenziare tramite il blog di Alfresco Italia.

    Per il resto ti ho risposto privatamente via mail con alcune idee.

    Saluti
    Maurizio

    http://goo.gl/tqUTA
    http://alfresco-italia.blogspot.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: